Scintille di Risveglio

Amore, Fratellanza, Fede e Luce
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  Accedi  
Il sito Angeli di Luce che trovate all' indirizzo www.angelidiluce.net è stato aggiornato. Venite a visitarlo !!!

Condividere | 
 

 La Voce di Dio Amore.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: La Voce di Dio Amore.   Ven 18 Set 2009, 18:27

La Voce di Dio Amore


Io Sono la divinità, il Creatore,
sono il Dio di tutto l’Universo,
di tutte le dimensioni,
di tutte le anime e di tutti i popoli.
Sono il giusto,
il buono,
sono la via,
la Verità e la Vita
di ogni cosa da Me stesso generata.



Sono l’Uno, l’Unico,
non esiste Dio all’infuori di Me.
Da Me tutte le cose emanano,
da Me nascono tutte le creature,
tutte le galassie, tutta la materia, tutta l’energia.

A Me tutto ritorna,
in Me si reintegra e rinasce di nuovo,
tuttavia tutto in Me rimane unito in ogni istante,
in ogni luogo.

Sono l’ammasso stellare, la stella,
il nobile ideale, la profonda emozione.
Sono luce ed ombra
corpo ed anima,
spirito,
materia ed energia,
vita e morte.

Niente esiste che non sia Io.
Sono il granello di polline,
l’erba che oscilla al vento,
l’uccello che passa,
il firmamento, gli spazi,
il pesce e i mari,
la nube e il sole.

Sono il fulmine e il tuono,
la montagna e il fiore.
Io nuovo gli ammassi stellari,
Io traccio il cammino della formica.

Sono uragano e pioggia fresca,
sono il fiorire e l’appassire,
sono gioia e dolore.
Io sono la Legge primaria e le Leggi che da essa derivano.

Io conosco ogni pensiero,
ogni sentimento, ogni azione.
Io sto dietro e davanti a tutto.
Io Sono.

Sono Io che ti ho creato,
tu che ricevi la Mia parola,
Io ho disegnato il tuo volto da prima del tempo.
Io ho immaginato le situazioni della tua vita.

Niente è mai stato casuale in essa niente lo è né lo sarà.
Tutto ha uno scopo perfetto,
la Mia mano partecipa ad ogni evento.

Io partecipo ad ogni cosa,
ad ogni incontro, ad ogni momento,
ad ogni trionfo, ad ogni fallimento.

Io sono il grande protagonista e il grande spettatore.
Perché solo Io sono totalità,
solo Io non sono una minuscola frazione,
solo Io esisto veramente.

A tutti ho offerto la vita,
sono in tutti e servo chiunque.
Tutti alla fine devono unirsi a Me
anche coloro che dubitano di Me.
Perfino quelli che ancora non mi amano.

La Realtà suprema è eternità,
gioia infinita, conoscenza assoluta,
Amore senza principio né fine,
senza limiti, senza tempo né separazione.

Sono Io l’unica realtà totale,
ho voluto condividere e ho generato la creazione intera,
mi sono trasformato in tutte le cose
e ho messo il Mio Spirito in tutte le anime.

Non è dal nulla che ho creato,
poiché il nulla non esiste, non è mai esistito.
Tutto nasce da Me.

Mi sono trasformato in un maestoso sistema di leggi e di energia,
di materie ed anime più vicine o più lontane dalla Mia essenza
con le Mie qualità superiori in maggiore o in minor grado.

Più si è vicini al Mio essere,
più c’è trasparenza,
Verità,
Luce,
Coscienza.
Più si è vicini a Me e più la conoscenza si espande,
l’armonia prevale e l’amore si manifesta
con tutta la sua potenza.



Quanto più si è lontani da Me,
più si deforma la realtà,
troppe illusioni ed ombre,
troppa incoscienza,
sofferenza disarmonia e poco amore.

Le coscienze stanno passando secondo il ritmo cosmico
dalle ombre alla Luce nel cammino dell’evoluzione.
Secondo il grado di coscienza
il tempo è più o meno dilatato.

La materia è più o meno densa,
l’energia è più o meno poderosa,
così che sembrano separate la Luce e le ombre,
la Realtà e l’illusione,
le anime e le cose.
Ma la Vita Una sono Io.

Le creature percorrono il sentiero per evolvere le loro coscienze,
per godere e servire,
così imparano ad aver maggior partecipazione nei Miei domini,
ottenendo le Mie podestà e i Miei poteri
fini a reincontrarsi con l’Unità.

Se non ci fosse ombra la luce avrebbe meno splendore,
senza l’oscurità della notte
l’alba sembrerebbe portare meno benedizioni.

Senza spazio né tempo,
senza energia né materia non esisterebbe separazione dalla Totalità,
né reincontro con l’Unità,
né illusione,
né risveglio.

Al di là dello spazio e del tempo cade il velo e appaio Io,
verità e Luce,
Gioia e Amore illimitato ed eterno.

E’ questo che troverai quando Mi incontrerai in te stesso,
quando scoprirai il tuo essere Superiore.
Non esiste gioia più grande
che uscire dall’ombra per raggiungere la Luce.

Chi arriva a Me reincontra il suo vero Essere
come una goccia d’acqua immersa nel mare
che dimentica i suoi illusori limiti
e si riconosce parte indivisibile dell’oceano.



Tu sei parte indivisibile del Mio Essere,
sei presenza eterna nell’Unità
e i tuoi limiti sono solo illusione.

Incontrami in te stesso è arrivare a Me, non importa quanto tu sia lontano, un giorno Mi raggiungerai. Sei Luce, passerai attraverso le ombre e ritornerai alla luce.

La Mia Essenza,
il Mio essere è Amore,
il Mio vero nome è Amore,
Io sono l’Amore il fondamento di tutta la creazione.

Sono Energia dell’energia,
Luce della luce,
Vita della vita,
Io sono l’Amore.
Sono un infinito oceano d’Amore
dove nascono ed abitano le Mie creature.

L’Universo intero si sostiene in Me che sono Amore,
solo attraverso Me tutto acquista senso,
bellezza,
saggezza,
potere,
splendore e colore.

Dal Mio Amore nasce la Giustizia,
per amore si muovono le Galassie,
per amore nasce la vita
ovunque il Mio sguardo si posa.

Molti nomi si usano per riferirsi a Me,
ma solo l’Amore definisce ciò che Io sono.

Quando la Coscienza e la Ragione sono illuminate dalla Luce del cuore, allora nasce l’Amore.

Chiunque porta amore nel mondo è da Me sostenuto,
senza Amore non esisterebbe Creazione, né Creatore,
né materia, né energia,
né spazio, né tempo.

Io sono Amore,
la Legge che non si può violare senza ricevere dolore.
Chi agisce contro l’Amore lo fa contro sé stesso,
ecco perché soffre.

Il tuo spirito immortale è una scintilla del Mio,
Io sono un grande Sole e tu un raggio della Mia Luce.

Il tuo essere è come una lampada
con la Luce del Mio Spirito al centro,
ed un'opaco cristallo intorno,
tanto più sarà pulito il tuo cristallo,
tanto più della Mia luce rifletterai.

Quello che frena il passaggio della Mia Luce in te
è il tuo attaccamento alla materia,
illusione che ti circonda,
gioia effimera e transitoria.

Tu sei chiamato a conoscere l’Eternità,
a partecipare con Me alla Creazione,
sei irrimediabilmente condannato a sperimentare tutta la felicità
e la Luce che ti riserva il Mio Amore.

Ognuno vive nell’Universo che è capace di immaginare,
secondo la sua oscurità o la sua luce.

Coloro che non vanno verso l’Amore
pensano che la Luce sia ombra
e dell’ombra fanno la loro luce.

Coloro che amano l’ombra
servono e difendono tutto ciò che li danneggia e li schiavizza,
lottano contro quello che li può aiutare ad essere più liberi,
più felici.

Essi vedono negli altri le loro stesse oscurità
e credono di vivere in un universo nero
come le loro ombre,
sprecano i loro grandi tesori trasformandosi in nemici di se stessi,
in carcerieri e giudici,
in tiranni e carnefici.

Mentre se prendi la mano dell’Amore
nessuna tenebra potrà mai oscurarti,
nessun male potrà mai ferirti.

Io ti amo!
Cerca di comprendere questo prodigio.
Se così non fosse non potresti esistere.

Tu non conosci i Miei disegni,
ignori ciò che è perfezione,
per questo ciò che è imperfetto ai tuoi occhi
è per Me perfetto e giusto.

Il tuo mondo procede secondo i Miei disegni
e anche se tu non lo comprenderai,
il Mio piano è perfetto.

Non chiedo ai miei figli ciò che non potrebbero darmi.
Basti ad un fiore essere fiore e all’umano essere umano.

Perché è molto per la terra un cuore con un po’ d’amore,
delle mani senza violenza
e labbra che non siano solite mentire,
e se c’è volontà di servire l’umanità
questo rallegra il Mio cuore.

Nessuno è perfetto,
né sulla Terra né su un altro pianeta
perché questo è privilegio del creatore.

Il maggiore di un livello
è il minore per il livello superiore
e i livelli sono infiniti dagli atomi alle galassie,
dai mondi monodimensionali
ai piani divini.

Ogni sasso che silenzioso si sposta per gli spazi immensi
ha la sua traiettoria prefissata da Me.
Io ho tracciato i destini dell’Universo.

Nulla avviene per caso.
Il caso non esiste nei Miei regni,
il caso è una limitatezza della vostra mente
che non conosce l’orientamento della Mia Suprema Intelligenza.

La saggezza dell’Amore calcola tutto,
quando qualcosa avviene è per Mia volontà.

Ascolta uomo e donna!
Tu che non percepisci nel tuo interno la Mia presenza.
Con te sono generoso,
splendidi sono i Miei regali
e copiosa è la Mia grazia.

Meravigliosi sono i Miei favori
e tu non te ne accorgi,
non dai loro valore, non ringrazi.
Hai occhi ciechi,
sensi che non sentono e una coscienza incosciente.

Faccio volare gli uccelli dinanzi al tuo sguardo,
dipingo tramonti maestosi
e tu sei cieco e indifferente.
Da Me sono nati i fiori,
i paesaggi,
le cascate cristalline,
le notti di lucciole.



Do profumo alle praterie,
al pane,
ai fiori,
conferisco riflessi alle acque,
freschezza alla brezza.
Lascio cadere la rugiada sui prati e sui boschi.

Do colore ai giardini,
alle piume degli uccelli,
alle ali delle farfalle.
Do il sorriso al giorno e riposo alla notte.

E tutto questo è per la gioia di tutti,
per i buoni e per i cattivi,
per i giusti e gli ingiusti,
per i grandi e per i piccoli.

Ma molti non si accorgono di questo grande prodigio
che dono ogni attimo da sempre,
molti non si accorgono neppure di quanti gioielli
espongono ogni notte nel firmamento.

Sono molte le civiltà che Mi amano e che Mi venerano nell’Universo,
e per questo vivono immerse in Me.
Anche la famiglia umana dovrà imitarle
se vorrà godere dei Miei illimitati favori.

L’Universo è bello perché la Mia natura è offrire gioia e doni infiniti,
ma ci sono sulla Terra, uomini che distruggono i Miei regali
ignorando che Io sono una sola cosa
con i doni che elargisco con smisurato Amore.

Io non ho creato frontiere!
Non ho creato la divisione,
la violenza,
l’ingiustizia,
la povertà.
Non ho creato niente che possa far soffrire i Miei figli.

Desidero per tutti un mondo buono,
con aria ed acque pulite,
con alimenti puri per il corpo e per l’anima.

I Miei doni, e quelli che l’uomo crea per mezzo Mio
sono per tutti.
Il frutto non appartiene all’albero,
ma viene da Me,
dal Sole,
dall’acqua e dalla Terra
ed è per tutti.

L’acqua non appartiene al fiume,
viene da Me,
dal mare, dal lago,
dalla nube
ed è per tutti.

Neppure i raggi appartengono al sole,
non esistono nel linguaggio dell’amore
“proprietà ed appartenenza”
tutto è una grande reciproca condivisione.



L’uomo non possiede nulla.
Tutto Mi appartiene.
I Miei doni sono per tutti
e nessuno ha il diritto di appropriarsene per commerciarli.

Tutti i doni che concedo sono a voi dati in prestito,
non si torna a Me con quello che accumulate sulla Terra.

La Nuova era è alle porte,
l’armonia universale sarà riflessa nel mondo
e non ci sarà più dolore per i Miei figli.
Predisponetevi sin da adesso ad accettarla nei vostri cuori
adoperandovi instancabilmente al servizio dell’amore.

Occorre che tu comprenda che non sei un Essere isolato,
separato, diviso.
Non sei staccato dal tuo fratello,
dalla natura,
dal resto dell’Universo,
da Me che sono il tuo Dio.

Tutto è indissolubilmente legato
e il legame di tutto è l’Amore.
Ciò che accade agli antipodi di un Universo,
si ripercuote ai limiti di un altro Universo.

Come in un grande organismo,
tutto è legato, collegato.
Se qualcosa soffre tutto l’organismo soffre.

Il Cosmo è un Essere vivente,
come ogni universo,
ogni sistema solare, ogni pianeta,
ogni altro corpo celeste.

Anche tu sei parte di questa vita,
il male che tu fai agli altri,
al tuo ambiente lo fai a te stesso.

L’Umanità intera,
il pianeta con la sua flora e la sua fauna
è un solo essere vivente, parte di un altro essere più grande,
a sua volta integrato in un altro essere ancora più grande.

E così fino a completare la totalità dell’Essere Universale che Sono Io.
Tutto è legato da un sacro vincolo di Amore Universale.

Quando un Essere umano soffre,
tutta l’Umanità soffre e la Terra soffre
e questo dolore si ripercuote nel Cosmo.

Se la natura soffre, soffrono gli esseri umani,
il pianeta intero e il resto dell’Universo lo percepisce.

I tuoi pensieri e sentimenti influiscono su tutto l’ambiente
in bene o in male secondo la loro polarità
e tutto ritorna a chi lo ha generato
sempre con maggior ampiezza.

La rivalità, la competizione,
l’odio e la sfiducia,
il timore e l’ambizione
che regnano nel mondo generano l’infelicità di chi ci abita,
e questo nell’universo viene percepito,
ecco perché qualcuno viene a voi in aiuto.

Chi rispetta e serve l’Armonia Universale
contribuisce alla felicità di tutti,
serve se stesso, l’umanità, il Cosmo
e Me il solo ed unico Amore.

Chi turba l’armonia Universale impedisce la felicità di tutti,
danneggia se stesso, l’umanità, il Cosmo,
l’amore e Me rimanendo privo di protezione.

La legge agirà contro di lui
e con sofferenza dovrà imparare ad essere migliore.

Non sta a Me realizzare, costruire un mondo migliore,
tu sei la mia mano,
tu devi lottare e volere un mondo nuovo pieno di pace,
d’amore e di giustizia.

Non sono Io che permetto le atrocità che si commettono sul vostro mondo, non sono Io che permetto l’ingiustizia.

Non bastano orazione e preghiera per ottenere il raccolto,
non sta a Me seminare,
innaffiare e lavorare la terra,
lo farà il contadino.

L’Amore realizza tutte le cose,
ed Io solo sono l’Amore ed abito in te.
Tu realizzerai il mondo sperato,
tu lavorerai per la Giustizia, tu otterrai l’Unità e la Pace,
perché l’Amore sarà il tuo ispiratore.

Ma se non agirai di tua volontà non aspettarti troppo dall’amore.
Adoperati per la pace,
per la fratellanza,
per la libertà.
Solo così potrai usufruire di tutta la potenza dell’amore Mio
racchiuso in te.

Perché poi hai paura della morte?
Non scomparirai, cambierai forse forma,
ma tu sei di più che un corpo materiale.

Non diverrai polvere.
Mi credi così malvagio?
Il tuo spirito non riesce ancora a presagire l’infinita bontà del Mio Essere.

Se tu non uccideresti mai tuo figlio,
imperfetto come sei,
pensi che potrei farlo Io che sono Amore e Padre tuo?

Il tuo corpo è un rivestimento transitorio,
si logora e si distrugge nel tempo come un abito vecchio.
Curalo e proteggilo più che puoi,
poiché anche in lui abito Io,
ma non dimenticare che sei molto di più di un corpo fatto di materia.

Quando arriverà il tuo momento,
dovrai essere calmo, non è nulla di terribile.
Guarderai le tue spoglie
ed anche l’immensa luce della vita davanti a te.

Ti accorgerai che c’è solo vita e vita,
eternamente vita.
Se ti ho dato l’esistenza è perché ti amo.

Se commetti errori che Mi feriscono,
Io continuo ad amarti fino a che li supererai.
Il solo fatto che tu vivi è la prova del Mio amore eterno
e la dimostrazione che vivrai per sempre.

Dietro il tuo involucro fisico transitorio c’è la tua anima,
che di vita in vita accumula esperienza.
Più in là della tua anima c’è il tuo spirito immortale,
parte del Mio spirito,
li sei realmente tu.

Quando il tuo corpo si consuma
tu rimani nella tua anima in un’altra dimensione dell’esistenza
anch’essa bagnata dal Mio amore.

Tutto ciò che faccio è perfetto, persino la morte.
Non è un errore del Creatore e neppure una mancanza di bontà,
ma una suprema opportunità di distacco per girare pagina
e continuare il libro della vita.

Fino a che puoi essere felice e servire gli altri
la tua vita serve a Me e Io ti aiuterò a conservarla,
ma quando avrai realizzato tutto ciò che sei venuto a compiere,
non temere di lasciare il corpo,
pensa solo che ritornerai ad essere giovane.

Se vivessi in armonia con la Legge non conosceresti la paura
e di fronte al momento della morte
vibreresti di emozione e di speranza
come un bambino davanti ad un nuovo regalo da aprire.

Il senso dello spirito è che in te trionfi il sottile sul denso,
affinché tu arrivi all’eterno e il transitorio non ti inganni più.

Il prepararsi al distacco delle cose vane della vita
è un esercizio spirituale che ti prepara ad andartene in pace
verso il nuovo mondo.
Tu devi andare avanti senza guardare indietro.

Osserva i simboli delle forme,
non ti ho messo gli occhi davanti per guardare indietro.
Non attaccarti al tuo passato,
se sei sul Mio cammino il presente è migliore di esso,
e il futuro ti riserva molta gioia.

Non attaccarti ai tuoi possedimenti,
non sono veramente tuoi,
passeranno attraverso molte mani
e si possono perdere in ogni istante.

Non attaccarti alle persone care,
dovrai lasciarle e loro te;
quanto maggiore sarà il tuo attaccamento più strazio ci sarà alla fine.
Questo è dolore prodotto dall’illusione,
tutto è unito all’amore e due anime che si amano si incontreranno di nuovo.

Non attaccarti alle tue idee perché ne raggiungerai altre più ampie.
Non attaccarti ai tuoi desideri perché essi evolveranno.
Non attaccarti a vecchie credenze,
sono state un punto di partenza,
ma oggi impediscono una maggior comprensione.

Non attaccarti al tuo corpo,
poiché si deteriora giorno per giorno,
altri e nuovi ne abiterai.
Non attaccarti alla vita, quella di oggi non è l’unica.
Orizzonti meravigliosi ti riservo.

Quando lascerai questo corpo,
se hai vissuto in armonia con l’Amore,
qualcosa di stupendo ti aspetta,
ma se hai vissuto causando dolore,
dovrai correggerti sperimentando sulla tua carne
le sofferenze che hai generato.

Dovrai imparare dalla sofferenza
già che non l’hai fatto con l’amore.
Ma ora che sei in vita voglio che tu cresca, non che tu soffra.
E’ per questo che con questa Opera ti offro un orientamento,
perché tu avanzi verso la dolce sponda della coscienza che offre l’amore.

Se smetterai di seminare spine e seminerai bontà,
se le tue mani non causeranno più dolore e faranno del bene,
se dai tuoi pensieri e dalle tue labbra nasceranno armonia e pace,
i tuoi errori saranno cancellati come il mare cancella le orme sulla sabbia.

I tuoi giorni saranno luminosi e quando giungerà l’ora di partire
sarai sereno e affronterai il giudizio che ti attende a fronte alta.
Poiché sei in vita, sei ancora in tempo.

Ma se arrivi alla fine con le mani,
le labbra,
la mente
e il cuore impuri senza aver imparato niente,
senza buoni frutti da mostrare,
allora dovrai percorrere la sponda dura,
questa è una tua scelta.

Dapprima la tua anima vagherà incosciente e sonnambula
addormentata come in un brumoso sonno fra le cose del tuo passato, fluttuando tra la tomba e i ricordi
senza comprendere che il tuo corpo è morto.

Quanto maggiore sarà l’attaccamento al passato,
tanto più lungo sarà il sonno dell’anima
fino a che comprenderà che davanti ci sono Vita e Luce,
solo allora continuerà il suo destino istanti o secoli dopo.

Poi dovrai affrontare il tribunale della tua coscienza,
il tuo giudizio finale,
quello della tua Luce sulle tue ombre.
Allora ricorderai il passato sarai più vivo e cosciente che mai.

Sebbene durante la vita tu abbia coperto il tuo cuore con scuse,
con giustificazioni o teorie per negarti alla bontà,
sebbene tu abbia pensato che Dio era solo un mito dell’aldilà,
riceverai il dolore della comprensione.

Ricorderai con rimpianto,
con vergogna e pena
tutto il dolore che hai causato.
Desidererai tornare indietro per poter agire come avresti dovuto.

E se dirai che non eri stato avvertito allora ricorderai la Mia parola tante volte disprezzata, ricorderai la tua indifferenza verso i Miei servitori che ti illuminavano sulle Mie rive.

Chiederai perdono,
ma in giudizio non vale il pentimento,
dovrai dimostrarlo in una nuova opportunità
quando riceverai quello che hai seminato.

E dopo il tormento della vergogna
dalla tua Luce Superiore pianificherai il ritorno,
stabilirai le tue promesse e i giuramenti
e solo allora abiterai un altro corpo con il passato nell’oblio,
come una vaga intuizione nascosta nel profondo della tua coscienza.

La tua nuova vita sarà conseguenza di quella precedente,
come la tua vita attuale la preparasti nel passato.
Se un cattivo destino ti accompagnerà fin dalla nascita,
questo è il risultato del tuo procedere secondo la Legge dell’Amore.

Ogni ferita che ricevi, ricordalo,
tu l’hai inferta prima ad un altro.
Accettala con umiltà, senza rancore,
solo così sarai purificato.

Se hai umiliato, sarai umiliato,
se hai rubato, sarai derubato,
se hai schiavizzato, sarai reso schiavo,
se hai torturato sarai torturato,
se sei stato falso, sarai ingannato,
se hai ucciso sarai ucciso,
se avrai tradito sarai tradito.

Non è vendetta, è insegnamento!
Sei tu che hai scelto la maniera forte per imparare.
Bastava ascoltare la Mia parola e riportarla nel tuo cuore,
ma quando l’orecchio è sordo,
il cuore crudele e la mano ferisce,
solo vivendo l’esperienza sulla propria carne si può evolvere.

L’amore è Legge che giudica ogni azione o omissione.
Se sei in debito con l’amore puoi ancora rimediare
orientando le tue azioni verso ciò che esso ti indica
attraverso il buon senso e la coscienza.

La tua vita è breve,
e anche se non te ne accorgi si avvia lentamente
verso il suo naturale trapasso,
in questo poco tempo i momenti di coscienza sono scarsi,
solo questi momenti possono modificare la rotta.

Fa che questi momenti siano fruttuosi, non rimandare.
Volgi il tuo cuore all’amore,
cerca in Me il tuo rifugio,
il tuo potere,
la tua gioia e la guida per le tue azioni.

L’amore, il riscatto della sofferenza e la felicità cominciano dalla fede;
l’errore, la condanna e la sofferenza cominciano dal dubbio.

Ma queste Mie parole non impongono nulla,
l’Amore non forza, non obbliga.
Io vi mostro solo la Legge,
il suo modo di operare e la conseguenza che ci si può aspettare
dalle azioni di ognuno secondo i comandamenti dell’amore.

L’amore è dolcezza,
carezza,
perdono,
misericordia,
ma questo è solo uno dei lati dell’Amore poiché è anche Giustizia,
severità, correzione e protezione.
L’amore è colomba e leone,
se così non fosse non sarebbe vero amore.

L’amore non perdona sempre,
al di là del limite della misericordia il perdono si trasforma in complicità,
negligenza, indifferenza, codardia.

L’amore non castiga sempre,
al di là del limite della correzione il castigo si trasforma in crudeltà,
sadismo, ferocia disumana.

Quando l’amore parla lo fa con dolcezza,
ma anche se fa male dice la verità.

Il futuro di tutti è in pericolo.
Pochi ricchi che posseggono il mondo e troppi poveri
che non hanno neppure il necessario per sopravvivere.
Ma presto verrà la selezione,
la purificazione e finalmente ci sarà Giustizia anche sulla Terra.

Ma quanto dovranno soffrire coloro che generano cause negative,
affamando popoli e nazioni,
distruggendo il Mio creato.
Questi miei figli non hanno più la loro Luce interiore accesa.

Una spessa cappa di oscurità l’ha imprigionata,
una dura crosta di bassi appetiti di ignoranza e pregiudizi, di falsi concetti.
E, dato che solo l’Amore è la vita,
non avendo più contatto con esso non hanno più vera vita.

Essi ragionano, calcolano ed ostentano,
possono persino parlare di Me, dell’Idea di Dio,
dell’Idea dell’Amore,
ma avendo perso il contatto con la vita che palpita dietro il concetto,
vivono come morti che sotterrano i loro morti.

E’ allora più che mai che si sentono grandi,
importanti, saggi, giusti e si mostrano arroganti,
pieni di alterigia e di sdegno.
Nelle cose umane guardano solo al regolamento,
la cieca legge,
e con il loro potere causano dolore come automi crudeli.

Nelle strade di Dio guardano solo la morta lettera
e non sentono lo Spirito,
sono fanatici, bigotti, orgogliosi
e artefici di divisione e mistero.

Nelle cose del mondo si sentono autorizzati a manipolare il pianeta,
le coscienze altrui, la natura,
il destino dei loro simili,
schiavi dell’ignoranza e motivati dall’ambizione.

Mentono e distruggono,
rubano ed uccidono e rimangono tranquilli
con la coscienza in pace perché non hanno più Coscienza,
solo idee e concetti,
giustificazioni dell’intelletto,
ma non più contatto con la Divinità.

Ed ho altri figli che hanno ancora nelle loro anime spazi
attraverso i quali penetra la Mia Luce,
ma sono deboli ai richiami del loro essere inferiore
ed hanno una condotta doppia.

Si avvicinano alle Mie vie attratti da maestri doppi,
quelli che, non avendo chiarezza, falsificano la Mia parola,
o possiedono ombre vendicative
travestite da ideali sociali,
religiosi, spirituali.

Questi si riconoscono
perché predicano la violenza
o la distruzione inevitabile e totale dell’Umanità.
O vivono insidiando i Miei servitori tentando di farli inciampare.

Cercano il modello negli altri scartandoli per una piccola mancanza
benché loro stessi siano pieni di sporcizia.
Si sentono superiori,
ma non fanno niente per irradiare la loro luce verso gli altri.

Presta un servizio migliore
una lampada appannata per illuminare
piuttosto che un’altra, impeccabile,
nascosta tra le pareti o senza luce.

Molti non hanno ancora capito come si riconosce un servitore,
e non è l’apparenza o per le loro vesti da santi,
o per i loro contatti con quello o con questo,
ma per le loro opere,
per il servizio all’Umanità.

Essi alleviano il dolore di migliaia,
illuminano e guidano,
risanano e trasformano
e dopo il loro passaggio nel mondo l’Umanità cresce interiormente,
questi sono i Miei servi che non amano essere adorati ma imitati,
aiutati,
compresi.

Se qualcuno ti chiede adorazione non serve la Mia volontà,
ma la sua.
Costui non contribuisce a ciò che Io voglio:
“il regno dell’Amore sulla Terra”.

Se adori un grande servitore,
ma sei crudele ed altero,
indifferente e disonesto con chi non segue la tua strada,
a poco ti serve tanta adorazione,
il suo insegnamento non ti ha avvicinato a Me.

Che sia l’amore la tua guida
e la coscienza il tuo miglior esempio.
Colui che vive solo per la sua parte,
per la sua purificazione,
per la sua salvezza
e non gli importa niente degli altri,
non è in armonia con Me.

Se fossi stato egoista non avrei creato,
non Mi sarei riversato in milioni di anime, di spiriti,
non avrei dato colore e vita alle infinite cose,
sarei solo a rallegrarmi della Mia Luce.

Ma la natura dell’Amore è servire,
colui che vive solo per se,
per il suo gruppo,
per la sua meditazione,

per il suo benessere,
per la sua famiglia,
rimanendo indifferente verso gli altri,
non conosce in profondità il Mio Spirito generoso.

E coloro che vivono pregando,
parlando di Me,
ostentando rettitudine o cercando poteri occulti
sappiano che Io mi interesserò a loro
come loro si saranno interessati ai loro fratelli.

Se i loro cuori sono duri,
a poco servono i loro sacrifici,
le loro preghiere,
i loro riti e le loro pratiche prive d’amore
o le loro sterili devozioni,
non Mi commuove la fede senza opere,
né le opere senza l’amore.

Fede senza opere è morta attività mentale,
opere senza amore, sono calcolo, ruolo teatrale.
Io amo tutti Miei figli persino colui che è vittima dell’errore.

Chi si sente pulito e giusto è cieco.
La Terra non è un mondo di giganti dell’Amore.
Ma Io amo tutti quelli che la abitano,
l’Amore universale non è astratto né mentale,
ama tutto,
è tenerezza e perdono,
mano calda,
lacrima palpitante,
sincera emozione.

Preferisco molte mani che lottano donando,
per amore dell’umanità,
a molte mani che pregano chiedendomi favori.

Preferisco un servitore vicino all’inferno
che uno assorto in solitaria e sterile contemplazione.
Poche cose feriscono di più il Mio Essere
di un cuore arrogante.

Se qualcuno ha guadagnato un talento speciale
è per il suo servizio agli altri e non per lusingare la sua vanità.
Presto o tardi ogni arrogante sarà umiliato perché deve imparare.

La Saggezza mostra la propria pochezza
ed il riconoscimento emerge sotto forma di umiltà.
Chi possiede qualche talento in più
deve essere accompagnato dall’umiltà
altrimenti emerge la pungente arroganza.

Chi castiga con pugnali di arroganza perché gestisce la materia,
perché si sente di un livello superiore per bellezza esteriore,
per destrezza o per talento
per prestigio mondano
o per conoscenza accumulata sarà umiliato.

Ma ancora di più lo sarà chi credendosi virtuoso
umilia e disprezza chi è caduto,
chi è debole nella volontà.
Io voglio Amore,
non sacrificio né penitenza mortificazione o flagellazione.

Preferisco l’umile affetto del peccatore
alla purezza altera e fredda di chi si sente elevato.
Sono il Signore della tenerezza e dell’affetto,
Mi compiaccio nel pulcino che esce dal guscio
più che delle poderose costruzioni prodotto dell’alterigia terrestre.

Mi compiaccio delle piccole mani dei bambini
più che dei giganteschi templi che intimoriscono i Miei figli.
Mi compiaccio nel contadino che con rozze mani mi benedice,
lui conosce la Mia Essenza meglio dei cerebrali dottori dell’occulto
carichi di teorie e vanità.

E’ per questo che quando l’arroganza ottenebra il cuore
si trasgredisce l’anima della Legge e si meritano duri castighi.
Questo perché non si continui ad umiliare i Miei figli
e non continui colui che umilia ad accumulare dolore.

Coloro che vivono nell’Amore sono protetti da ogni male
e ricevono i migliori doni di Dio.
Ti è stato detto di temere l’Ira di Dio,
ma chi ama non può temere coLui che ama,
preferisco che tu Mi senta come un tuo potente amico,
piuttosto che tu Mi tema.

Chi ama ed è umile, onesto e servizievole
Io lo accolgo come un re
e lo copro di Gloria e gli concedo la Mia Eredità.
Ma amo anche te che non sei puro
e che ti sei esposto alla sofferenza purificatrice.

Ho posto anche in te il Mio Spirito,
non è questa una prova d’amore?
Non sai quanta gioia perdi cercando la felicità per strade sbagliate
che portano solo al dolore.
Abbi fede e cerca di comprendere che grazie al Mio Amore per te,
questa Luce è nelle tua mani.

Questa è la Mia voce,
ascoltala per non sbagliare e non soffrire più.
Solo coloro che hanno conosciuto il male possono apprezzare l’amore,
il bene e la luce.

Ho contato i battiti del tuo cuore,
so quando e come sarà la tua fine e ciò che vivrai dopo.
Andare al di là del tempo è un modo per comprendere l’eternità,
è un modo per conoscere ciò che è sempre stato lì.

Lascia che l’amore sia in te,
allora sarai veramente libero perché la tua vera volontà è la Mia
e non quella del tuo io inferiore
poiché tu sei quello che Io sono.

Quando Io sarò in te,
tu sarai alla fine te stesso
e la tua vita sarà un paradiso,
Io sarò tutto per te,
da te stesso otterrai ciò di cui hai bisogno e molto di più.

Quando le azioni non nascono dal cuore
non Mi si può conquistare poiché saranno opere strumentalizzate,
sacrifici interessati,
astuti tormenti,
sono in realtà calcoli mentali.

Ma l’intelletto non arriva all’amore.
Chi si affida all’amore,
Mi raggiunge immediatamente,
chi Mi vuol trovare senza motivazioni di cuore non riuscirà nel suo intento,
per quanto possa essere erudito.

Non esiste altro potere liberatore.
Solo l’Amore.
E’ sempre stato l’amore l’autentico Maestro,
il vero Messia,
il Verbo Creatore,
lo Spirito Santo,
l'unico ed eterno Salvatore.

Per arrivare a Me,
l’unica via è l’Amore,
la più grande Verità dell’Universo è l’Amore,
la vera vita è l’Amore.
Questo amore vive in te,
devi solo saperlo ascoltare e lasciarlo operare.

Molti Mi cercano al di fuori di loro stessi,
ignorando la loro Realtà Superiore
e la loro grande potenzialità divina.
L’insegnamento della vita è svelare il Dio interno
che vive nelle vostre profonde dimore spirituali.

E’ tempo di abbandonare gli idoli immaginari esterni.
La vostra divinità risplende libera dentro di voi
aspettando la vostra realizzazione.

Io sono l’Amore e quando ami dov’è il limite tra te e Me?
La Mia Legge ha due pilastri:
ama Dio e ama tuo fratello.
Ma Io sono dentro di te,
quindi devi amarti e scoprirmi al tuo interno.

Ama tuo fratello,
servilo,
evitagli la sofferenza,
lavora per la sua felicità,
migliora la sua vita,
illumina le sue ombre,
perdonalo,
correggilo,
servi l’Umanità,
cerca l’Unità,
la Giustizia,
la Pace.
Questo è amare tuo fratello.

L’amore è sempre gioia,
ecco che chi ama veramente è sempre felice.
Il potere sta nell’Amore poiché Io sono l’amore,
ecco che chi ama realizza tutti i suoi progetti
perché sono Io a farlo.

La tua felicità dipende da te,
dalla capacità di uscire dalla tua personalità
e di entrare nella tua Divinità.
Sii sincero con te stesso e con gli altri,
dire sempre la Verità è il primo attributo dell’amore.

Non promettere nulla prima di conoscere le tue vere intenzioni e possibilità,
affinché non ti incateni ed incateni gli altri ad azioni insostenibili.

Non farti dominare dalla materia,
tu sei più che materia,
sei il Mio tempio vivente.
La tua radice è più che un Tempio di pietra.
Cattedrali e templi sono creazioni umane,
tu sei opera divina.

Nessuno dei Miei figli è perso se ha fede.
Finché si ha fede nessuno è così sporco che Io non possa ripulirlo
poiché l’amore perdona,
purifica e salva
e ti aspetta sempre con le sua ali aperte.

Ma dove non c’è fede Io non farò niente
poiché dove non Mi chiamano non vado.
Se sei sulla Mia strada non devi temere niente,
il tuo futuro è bello.
Se sapessi guardare il tuo presente vedresti che è meraviglioso,
malgrado le prove transitorie che ti rafforzano.

Comprenderesti che ti sostengo con la Mia mano ben stretto,
che ti circondo di regali e che sei protetto da un esercito di Angeli
che sorvegliano con attenzione la tua evoluzione.

Non temere,
non ti scoraggiare ogni volta che trovi uno scoglio,
un ostacolo.
Muscolo che non si sforza non si fortifica
ed Io non voglio servitori deboli.

La tua gratitudine e l’Amore sono il Mio unico premio,
sono il Mio salario,
Mi dicono che l’Opera Mia è buona.
Se apprezzi i Miei doni ne avrai ancora di più,
ma se disprezzi i Miei piccoli doni
potrò mai regalarti doni più grandi?

Ogni volta che un figlio Mi ringrazia,
Io sento che vale la pena di continuare a sostenere la Creazione.

L’uomo saggio è riconoscente con Me e con chi gli tende una mano,
gratitudine è umiltà,
giusta stima,
saggezza interiore,
Amore.
Senza amore non c’è vera gioia.

Coloro che sono saggi si rallegrano ogni istante
per ciò che da Me ricevono,
amano tutto perché vivono nell’Amore universale.
La creazione non ha altro senso
imparare a vivere felici senza violare i comandamenti dell’amore.

La Mia felicità è quella dei Miei figli
e se l’amore illuminerà la tua vita vorrai solo dare come Me,
dare e servire,
e nella gioia altrui troveresti come Me la tua più grande felicità.
Perché l’amore è così,
così sono Io
e così sei tu nella tua intimità spirituale.

E’ per questo che nel servizio
troverai la tua più rapida ed efficace purificazione,
il senso più ampio della tua vita
e la tua maggior gioia.
Servizio è amore tangibile,
se il tuo amore non si trasforma in opere
non è altro che una parola vuota,
un’idea astratta,
non una forza viva.

Se il tuo cammino spirituale ancora non ti porta a servire,
non ti sei ancora incontrato con Me che sono il Dio Amore.





Puoi servire la tua famiglia, va bene,
è più nobile che vivere solo per te,
ma Io amo tutte le famiglie,
cerca di assomigliare di più a Me.

Puoi servire il tuo popolo,
è più generoso che dedicarsi solo alla tua famiglia,
ma Io amo tutti i popoli.
La gioia maggiore la ottengono quelli che servono l’Umanità,
perché servire tutti soddisfa di più il cuore
che servire solo alcuni.

Tu sei grande o piccolo a seconda del tuo servizio,
ma né il tuo popolo,
né la tua famiglia vanno trascurati,
neppure te stesso.
Devi servire ed amare ogni essere nello stesso modo,
poiché in ognuno risiede la Mia creazione e il Mio amore.

Se ti fanno soffrire i mali del mondo devi contribuire alla loro cura,
diversamente sarà il tuo egoismo a danneggiarti.
Se ti fa male l’ingiustizia devi lavorare per la Giustizia,
diversamente la tua indifferenza ti causerà dolore.

Se ti fanno male la divisione, i recinti,
la natura contaminata, la violenza e la guerra,
la disonestà la fame, l’odio
e non fai niente per seminare un po’ d’amore,
soffrirai per la tua mancanza di collaborazione.

La causa di ogni male è la mancanza d’amore.
Agire contro gli effetti,
ignorando la causa è porre rimedi illusori.

Il servizio maggiore all’Umanità
consiste nel contribuire all’aumento dell’amore
dissolvendo le ombre dell’ignoranza mostrando la luce,
la legge e la volontà dell’amore.

Coloro che cercano la propria salvezza ignorando quella dell’Umanità
come potranno salvarsi?

L’evoluzione si raggiunge con la Luce dell’Amore
o con il fuoco del dolore,
se cresce l’amore diminuisce il dolore,
se diminuisce l’amore cresce il dolore.

Io sono l’Amore,
non sono raggiungibile dall’intelletto,
non sono analizzabile né comparabile,
non possono essere immaginato né ricordato,
ma sentito solo nel presente.

Io sono l’origine di tutto,
niente da me creato può afferrarmi
come la mano non può afferrare il suo polso.

Mi rivelo solo nell’amore e solo nel presente.
Io sono qui proprio adesso dentro di te
e in ogni Mia creature e in ogni luogo.

Se vuoi conoscere me che sono vera vita cessa di pensare,
di calcolare e misurare,
di immaginare o ricordare,
la porta del regno è qui,
ma chi non vive nel presente non può scorgerla.

Per trovarmi basta smettere di cercarmi,
Io sono in ognuno di voi.
Per trovare il nuovo regno basta smettere di cercarlo
poiché Io già lo manifesto a voi,
nelle vostre intimità spirituali dove risiede la Luce del Mio Amore.

Scopri la meraviglia che ti circonda,
percepisci dentro di te il miracolo della vita,
la gioia di essere una Mia creatura che fluttua nell’Universo
con milioni di fratelli in altri milioni di mondi.
Il paradiso è essere cosciente della vita.

Scoprimi dietro ogni cosa,
scoprimi occhio del tuo occhio,
mente della tua mente,
cuore del tuo cuore,
luce della tua luce,
vita di ogni vita.
Tutto comincia dalla tua fede,
come attraverso la Mia fede si sostiene l’intera creazione.

Attraverso la Mia Fede l’Unità si trasforma in molteplicità,
attraverso la tua fede la molteplicità ritorna Unità.
Si arriva alla Coscienza Divina solo con al crescita dell’Amore.

Per il suo processo evolutivo,
la Terra comincia ad essere governata da nuove forze,
da leggi e da energie diverse più vicine alla Mia Essenza.
Entra in una nuova era più vicina al Centro nella spirale evolutiva.

La vita evolve secondo l’evoluzione del suo mondo,
perché il pianeta è un essere vivente,
che cresce insieme con la sua vita.
Evolversi significa avvicinarsi all’amore,
quanto più lontano da Me è un mondo,
tanto più lontane da Me sono le creature che lo abitano.

Nella nuova era nascente la vipera perderà il suo veleno o morirà,
come tutte le specie aggressive,
appartenenti al vecchio ciclo vitale energetico,
come avvenne al tempo dei grandi sauri.
Sarà un’era di Coscienza ed Amore,
si avvicina l’ora della Giustizia e della Pace senza fine.

Tutto ciò che non è in armonia con la forza dell’amore
impazzirà e si distruggerà.
Ecco la separazione del grano dalla zizzania.
I coscienti saranno sempre più coscienti
e gli incoscienti sempre più incoscienti.
A chi non ha sarà tolto anche quel poco che ha.

I poteri terreni saranno tutti distrutti
come ogni istituzione non fondata sul principio dell’amore,
della fratellanza e della giustizia.
Così sarà costruita la Nuova Umanità.

Ma se tutti coloro che aspettano la fine dei tempi
lavorassero per la fratellanza, l’unione e l’amore,
nessuno si perderebbe.
Chi rifiuta il presente pensando solo al futuro o al passato
perde il contatto con la vita.

Io non voglio servitori per paura,
ma per Coscienza e per Amore.
Umanità ti chiamo ad un mondo senza più sofferenza,
senza più ingiustizia,
senza più prevaricazione o competizione.
Ti chiamo al Regno dell’Amore.

In questa Nuova Era la scienza e la spiritualità si incontreranno nell’amore. Non esisteranno più frontiere,
classi sociali e l’unica religione sarà la religione Universale,
la religione cosmica, quella dell’amore.
La natura non sarà più offesa, la Terra non più divisa.

Nessuno conoscerà privilegi,
né avrà il desiderio di possederli tranne che il privilegio di servire.
Nella Giustizia e nella Pace vivrà il Mio popolo
e guidato dai suoi fratelli maggiori sparsi nel Cosmo
dovrà arrivare alle stelle.

Figli Miei,
il tempo da Me fissato giunge sulla Terra.
Predisponetevi ad accogliere dentro i vostri spiriti l’aurora del nuovo giorno
che già è nel vostro tempo.

Anche tu sei chiamato a spianare la via che percorrerò vittorioso
accompagnato dalla Mia Giustizia e dal Mio Amore.

Servi l’amore,
non rimanere complice dell’indifferenza
davanti al dolore del mondo,
non ritirarti nella tua cittadella ad aspettare l’illusoria salvezza,
lasciando l’Umanità a soffrire nella sua infermità.

Dona ovunque la speranza, la gioia,
la fede e l’amore come Io ho donato copiosamente a te
attraverso i Miei Angeli.

Prescelto dal Mio Amore è colui che è al servizio della natura,
dell’Umanità e della vita.
Colui che partecipa con il suo lavoro alla guarigione della famiglia umana.

Anche tu puoi costruire un mondo migliore basato sull’amore
in amicizia ed armonia con gli altri fratelli dell’Universo
in stretto legame con Me che sono il tuo creatore, il tuo Dio.

Figlio amato,
se agirai per amore e per l’amore Io sarò con te,
ti accompagnerò ovunque.
E nel giorno della vittoria,
quando l’Amore sconfiggerà la spada che ferisce,
verrò nel Cielo come un ammasso di nubi,
quando le mani si uniranno e non ci sarà più fratello contro fratello,
popolo contro popolo.

Quando si compirà l’opera dell’Amore attraverso il tuo lavoro,
sarò là ad aspettarti per coronare il tuo spirito
con la corona della felicità eterna.
Il futuro senza ombre appartiene solo a coloro che amano.

L’amore è il potere
, l’amore è l’eterna legge,
l’amore sono Io vostro creatore e Dio,
ma anche tu sei amore non dimenticarlo mai.
Attingi dall’amore tuo poiché sono Io l’essenza di questo amore.

Se questo messaggio ha rinnovato la tua speranza,
se ha guidato il tuo cammino
ricorda che l’opera in realtà la realizzerai soltanto tu
con il tuo granellino di sabbia,
con il tuo piccolo seme.

Figli Miei, elevate il vostro livello,
sintonizzate la vostra mente con l’Armonia Superiore,
questo vi sarà utile per aiutare l’umanità ad elevarsi.

Diffondete la Luce della Coscienza,
infondete speranza, amore e carità
e più che altro donate la serenità
che abbondantemente ho messo nei vostri cuori
e nei cuori di tutti coloro che hanno realizzato che amare vuol dire servire
senza limiti o condizioni.

Scendete dal vostro io,
servite dunque l’Amore!



Amen









Deo Gratias
Tratto dal sito:Gli Angeli fra noi.
Tornare in alto Andare in basso
 
La Voce di Dio Amore.
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Per consolidare un legame d'amore
» Le tre carte in amore
» giochi con la voce
» Imparare ad usare il giusto tono di voce
» RITUALE DEI NODI D'AMORE

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Scintille di Risveglio :: Racconti illuminati :: Racconti illuminati-
Andare verso: